Nasce Redict, un fork in risposta al cambio di licenza Redis

Redigere

Modificare il logo

recentemente condividiamo qui sul blog la notizie sulla modifica della licenza Redis, ed è stata solo questione di giorni perché la comunità che non era d'accordo con il cambiamento iniziasse a lavorare su una soluzione trasparente e il progetto che mira a continuare con il cambiamento Redis con una licenza open source è Redict.

El proyecto «Redict» viene dalla mano di Drew DeVault, Conosciuto per il suo lavoro sull'ambiente utente Sway, sul linguaggio di programmazione Hare, sul client di posta elettronica Aerc e sulla piattaforma di sviluppo collaborativo SourceHut. Oltretutto, Haelwenn Monnier, autore del browser BadWolf basato su WebKitGTK e sulla piattaforma Pleroma per implementare social network federati, si unì al lavoro al bivio.

Come molti di voi, sono rimasto deluso quando ho saputo che Redis stava passando a un modello di licenza non libero. Questo è un tradimento della comunità del software libero, ma forse non del tutto sorprendente. Probabilmente le forcelle inizieranno ad apparire nei prossimi giorni e oggi vorrei offrire Redict come possibile futura casa per le vostre esigenze e presentare i suoi vantaggi rispetto alle altre forcelle.

A proposito di Redict

Come accennato all'inizio, Redict è un fork di Redis, che Il suo scopo è continuare a sviluppare la base di codice corrispondente al rilascio di Redis 7.2.4, che era l'ultima versione sotto la licenza BSD. Redict può essere utilizzato come sostituto trasparente di Redis 7.2.4, ma la compatibilità con le future versioni di Redis che verranno rilasciate con una licenza proprietaria non è garantita.

È importante notare che La licenza del codice Redict è cambiata da BSD a GPLv3, ciò significa che il vecchio codice rimane sotto la licenza BSD, ma tutte le nuove modifiche a Redict verranno apportate sotto la licenza GPLv3. Questa decisione consente al progetto Redict di eseguire il porting delle patch pubblicate da Redis per le versioni precedenti di Redis con licenza BSD, ma le patch e le modifiche create per Redict con la licenza GPLv3 non possono essere trasferite su Redis.

Vale la pena ricordare che il progetto non richiederà agli sviluppatori di firmare un accordo sul trasferimento dei diritti di proprietà sul codice, il che implica che eventuali modifiche future alla licenza richiederanno il coordinamento con ciascuno degli sviluppatori coinvolti.

Inoltre, si menziona che il il repository ospitato su Codeberg è destinato a conformarsi alla specifica REUSE e chiarire le varie licenze software applicabili e mirare a creare una comunità indipendente di infrastrutture proprietarie, utilizzando Codeberg come piattaforma principale e libera.chat per il canale IRC.

D'altra parte, si dice che attualmente Il lavoro è già in corso sul processo di cambio del nome in Redict e anche in uuna guida alla migrazione che dovrebbe essere disponibile insieme al rilascio della prima versione, 7.3.0, previsto per la prossima settimana.

È stato inoltre effettuato un aggiornamento al repository Redict per conformarsi alla specifica REUSE. Ciò facilita il processo di conformità della licenza e chiarisce le varie licenze software che si applicano a Redict, inclusa la licenza BSD a 3 clausole del codice Redis originale e le nuove modifiche sotto LGPL, nonché le dipendenze fornite come Lua.

Queste misure garantiscono che Redict sia un fork trasparente e conforme, rendendo più semplice per gli utenti la transizione e l’utilizzo del software in modo legale ed efficace.

Quanto a Altre modifiche previste nello sviluppo di Redict:

Modifiche relative a Redis:

  • Rinominare gli eseguibili in redict-* (ad esempio, redict-cli).
  • L'API Lua fornisce una revisione globale compatibile con l'API Redis® OSS, disponibile tramite Redis globale per la compatibilità con le versioni precedenti.
  • Simboli API del modulo rinominati, mantenendo la compatibilità ABI con i moduli Redis fino alla versione 7.2.4.

Cambiamenti futuri:

  • Redict intende continuare lo sviluppo di una distribuzione di software gratuito compatibile con Redis, con modifiche minime per il momento.
  • Discussioni in corso sulla rimozione di funzionalità deprecate, sulla modifica delle dipendenze e sulla rimozione di componenti di sistema specifici.

Finalmente se sei iointeressato a saperne di piùoppure puoi controllare i dettagli nel seguente link

Redis
Articolo correlato:
A causa della modifica della licenza Redis, è in discussione la sua rimozione in Fedora

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile del trattamento: AB Internet Networks 2008 SL
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.