PCSX2 disabilita il supporto per Wayland per impostazione predefinita. GNOME sotto i riflettori

PCSX2 senza Wayland

El articolo al momento del rilascio di WINE 8.21 è iniziato con la frase "Noi tutti amiamo Wayland". Era un modo per esprimere che è lì che sono diretti tutti i progetti e, in definitiva, gli utenti. Ma la verità è che non tutti amano Wayland. Sebbene funzioni bene in molti scenari, ce ne sono altri in cui funziona un po' peggio, e questo è ciò di cui si sono lamentati gli sviluppatori. PCSX2.

PCSX2 ci permette di riprodurre le ISO dei nostri giochi per PlayStation 2 e la verità è che, grazie alle numerose impostazioni disponibili, è sorprendente quanto funzioni bene su un normale computer di fascia bassa. I suoi sviluppatori Hanno disabilitato il supporto predefinito per Wayland, e alla fine di ottobre pubblicato informazioni su questa decisione. Ciò che potrebbe cogliere molti alla sprovvista è che parte della rabbia del progetto ha un colpevole: GNOME.

PCSX2 “è un completo disastro” su GNOME + Wayland

GNOME ha iniziato a utilizzare Wayland per impostazione predefinita nel 2017, ma ci è voluto un po' più di tempo per essere implementato dalle distribuzioni Linux. Ad esempio, Ubuntu lo ha utilizzato anche con grafica NVIDIA nell'aprile 2022 e KDE inizierà a utilizzarlo per impostazione predefinita nel febbraio 2024. Ci sono anni di differenza tra lo spostamento da un desktop all'altro, ma la persona di cui gli sviluppatori PCSX2 si lamentano di più è GNOME.

Nella descrizione della modifica, la prima cosa che leggiamo è che «disabilita Wayland, che è super rotto/buggy praticamente in qualsiasi scenario. KDE no abbronzatura carrozzino, GNOME è un disastro completo«. Entrando nel dettaglio, spiegano che la stupida ossessione per CSD in GNOME crea incoerenza; l'impossibilità di posizionare le finestre rende impossibile il salvataggio della posizione delle finestre; problemi con NVIDIA e qualche altro punto.

Fino a quando non si metteranno d'accordo, il che è improbabile dato che sono stati fatti pochissimi progressi nell'ultimo decennio, mantenerlo disabilitato. Per Flatpaks, gli utenti possono riattivarlo con flatseal se vogliono davvero un'esperienza schifosa.

NOTA: La traduzione originale non parla di batterie. Usano la parola "merda", che sebbene sia una parolaccia e abbia degli asterischi, può anche essere tradotta come "cose".

Questo non è un attacco totale a Wayland o GNOME. Soltanto Preferiscono che le cose migliorinoe il supporto è ancora disponibile, anche se è necessario apportare la modifica manualmente. Tra le soluzioni propongono l'utilizzo della versione flatpak e la riattivazione di Wayland Guarnizione piatta «Se vuoi davvero vivere questa fottuta esperienza» o utilizzare, tra le altre cose, il runtime KDE/Qt 6.6.

Tutto giusto o solo in parte giusto?

Sono uno sviluppatore di giocattoli, junior, agli inizi, e so quanto può costare adattarsi al nuovo quando il software funziona già. Il passaggio a Wayland è un compito difficile, titanico dal mio punto di vista, e credo che gli sviluppatori di PCSX2 hanno in parte ragione.

Anche le distribuzioni sono in parte giuste: bisogna spingere per il cambiamento, altrimenti non avverrà mai. Dalle parole del comunicato sembra innegabile che sia soprattutto GNOME a dover farsi avanti, ma quelli di PCSX2 devono fare la loro parte.

Ho testato PCSX2 in KDE + Wayland e Non ho visto NESSUN errore, almeno nell'AppImage (preferisco non compilare un programma del genere con così tante dipendenze). Sì, ho riscontrato errori in un altro emulatore, l'emulatore PSP (PPSSPP) in cui utilizzo Wayland... beh, è ​​un'esperienza "schifosa".

Quindi, alla fine, penso che la cosa migliore saranno le diverse distribuzioni continua permettendoti di scegliere tra X11 e Wayland come finora, da molto più tempo, e gli utenti devono sapere che esiste questa possibilità, ad esempio, di accedere a X11 se vogliamo godere della migliore esperienza con PCSX2. Con il resto del software dovremo incrociare le dita e pregare che nulla ci lasci in sospeso nel momento più inopportuno. Ora che tutti i desktop vogliono passare a Wayland, e non è perfetto al 100%, è quello che dobbiamo fare. Oppure usa sempre X11 finché non sarà più possibile.


Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile del trattamento: AB Internet Networks 2008 SL
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Rafael suddetto

    Dal mio punto di vista, l'errore è stato commesso dagli sviluppatori di PCSX2. Utilizzo Wayland in Plasma ormai da diversi mesi (ovviamente) e i problemi più notevoli sono stati risolti. Gioco con Steam (sia emulato che nativo), con Heroic (EPIC, GOG e Amazon Games) e con l'emulatore Yuzu. Il tutto con 2 monitor con DPI diversi ciascuno (4k + FHD) e problemi ZERO. Dubito che le tre piattaforme di gioco citate utilizzino QT, eppure in Plasma sono tutte fantastiche. Quindi è colpa degli sviluppatori PCSX2 o Gnome? Non ho le idee molto chiare.