I tre dispositivi con Linux (base) che mi pento di aver acquistato

Hardware basato su Linux

Sono appena passati i giorni del Black Friday e del Cyber ​​Monday. Durante i periodi dei saldi fare la spesa è molto più semplice, ma non sempre in maniera positiva. E quando avremo un po’ di soldi in più, la stessa cosa. A volte compriamo cose di cui non abbiamo bisogno, ma lo facciamo perché crediamo che migliorerà in qualche modo la nostra esperienza utente o la qualità della vita. Se non pensiamo bene alle cose, possiamo sempre commettere un errore, e qui vi parlerò di alcuni che ho realizzato acquistando dispositivi che utilizzano Linux come base.

Non sto dicendo che comprare qualcosa con Linux sia una cattiva idea, né che Linux non ne valga la pena. Che nessuno mi fraintenda. Alcuni dispositivi sono meno buoni, ed è probabile che quello che ci offrono lo possiamo fare con qualcosa che abbiamo già in casa. Questo è esattamente quello che è successo a me, e curiosamente la persona principale responsabile del mio rammarico per l'acquisto di alcuni dispositivi è stato qualcun altro che usa anche lui Linux.

PineTab: hardware insufficiente e abbandonato al suo destino

Ci scusiamo per PINE64, ma la mia storia inizia con l'ultimo dispositivo che ho acquistato che utilizza Linux di default: il Pino Tab. Con un prezzo di 88 €, che poi fu un po' di più, ci si rendeva colpevoli di innocenza e si arrivava a credere che si potesse avere Linux su un tablet. Ubuntu Touch funziona su altri dispositivi e ti consente persino di utilizzare applicazioni desktop tramite Libertino, quindi ho fatto il grande passo.

I primi giorni sono stati divertenti (“questo è più divertente delle fornite”, ho detto su un canale Telegram). C'erano molte opzioni tra cui scegliere: e se Mobian, Arch Linux, Ubuntu Touch, postmarketOS, Manjaro... Ognuno di loro hanno abbandonato il sostegno per il PineTab originale, anche se ora esiste una beta di Ubuntu Touch già basata su Focal Fossa che supporta questo tablet PINE64.

Ma dalla mia esperienza, il tablet era impossibile da usare. YouTube non si presentava bene nemmeno con nessun browser o app, l'audio era pessimo e nemmeno i video locali sembravano decenti. Quindi con questo dispositivo credo di aver fatto un cattivo acquisto. In circa tre anni non ho fatto altro che aggiornare il tablet e provare le opzioni per poter riferire su ciò che era disponibile. Per il mio uso, zero patate. Alla fine l'ho regalato a mio fratello che ha stretto un accordo con un servizio di vendita online e ho comunque avuto dei soldi indietro.

Ma un fiasco.

Xiaomi Mi Box: Android TV molto discreto

Con questo intendevo convertire la mia LG Smart TV in una Smart TV con Android, e l'ho usato per un po'. È un buon dispositivo per chi non ha altro, ma... non mi è piaciuto molto. Le mie lamentele con questo dispositivo sono almeno 3:

  • 8 GB di spazio di archiviazione. Danno poco o niente. Se decidi di installare solo poche app, rimarrai senza spazio. Puoi aggiungere una USB ed espandere la memoria, ma come spiegherò nell'ultimo punto, non tutto è così semplice.
  • 2 GB di RAM. Qualcuno potrebbe pensare che sia più che sufficiente, e nella maggior parte dei casi può esserlo, ma per l'uso che ne ho fatto era più che sufficiente.
  • Prestazione. Si potevano e si possono trovare commenti che si lamentano delle prestazioni dello Xiaomi Mi Box. Il problema principale è “svegliarlo” dal riposo, perché la fluidità scompare; Sta diventando fatale. Nei commenti su Reddit e piattaforme di questo tipo dicevano addirittura che non va messo in stop, che sarebbe meglio metterlo su una presa multipla con un pulsante in modo che si possa scollegare completamente e che si riavvii ogni volta. tempo.

Non dirò che sia un cattivo dispositivo in generale, ma mi pento di averlo acquistato.

Raspberry Pi 4: tutti i tipi di Linux… tranne ARM

Alcuni di voi probabilmente scuoteranno la testa quando vedono questo titolo H2, ma riguarda me e le mie esperienze personali. Non ricordo se prima o dopo lo Xiaomi (probabilmente prima) ne comprai uno Raspberry Pi 4. La mia intenzione era più che altro quella di usarlo come centro multimediale, per guardare TUTTO e giocare agli emulatori. Presto mi sono accorto di una cosa che prima non avevo apprezzato: la sua architettura non permette l'installazione di nessun programma desktop.

All'epoca l'ho comprato ni era possibile vedere Amazon Prime nel browser, e la mia idea di avere un unico media center in cui fare tutto è scomparsa.

Anche se sto dicendo una piccola bugia: non mi pento di aver acquistato l'RPi4 perché è ancora così Lo uso per tutti i tipi di test. A volte l'ho portato fuori casa e l'ho usato come computer desktop. Ma è vero che posso farne a meno, ed è per questo che l'ho aggiunto a questa lista.

I colpevoli: due dispositivi del 2015, uno con Linux

I colpevoli del mio rammarico sono due dispositivi del 2015. Il primo è un Apple TV 4 originale, il primo ad avere uno store di applicazioni. All'inizio l'ho comprato pensando di poterci giocare, ma il jailbreak ha rallentato e non era come mi aspettavo. La verità è che questo apple TV È stato anche responsabile di iniziare a cercare alternative.

La cosa positiva è che, per i contenuti legali, funziona meglio di niente. Nonostante sia HD, sta perfettamente bene sulla mia TV, il controller sembra premium e, beh, è ​​quello che uso per guardare la maggior parte dei contenuti legali... e poco più di una benda sull'occhio con un pappagallo sulla spalla.

Per utilizzare Kodi al meglio e giocare agli emulatori, non c'è lato positivo e a Lenovo con i3, grafica Intel, 4GB di RAM e 512GB risulta essere perfetto. Quando l'ho comprato ho provato a vedere se si poteva espandere facilmente, non era così, nel montarlo si sono perse alcune viti (il computer è pessimo, va detto) e lo schermo sfarfalla, quindi lo uso chiuso sul TV.

Essendo x86_64 è possibile installare qualsiasi applicazione desktop. È più potente dell'RPi4, quindi i giochi per PSP funzionano in modo più fluido e posso persino giocare ai giochi per PS2 se modifico le impostazioni (ho saltato i primi due giochi di God of War e tutto il resto).

Non tentarmi, Steam Deck, non tentarmi

Questo articolo è stato motivato in parte da Piattaforma a vapore. Essendo un computer con schermo e controller per videogiochi inclusi, può offrirmi tutto quello che ho sempre cercato... ma non mi serve. Quasi tutto quello che puoi fare con esso, o quello che farei io dal punto di vista di qualcuno che non ce l'ha ancora, posso farlo con il mio Lenovo, quindi non vale la spesa. Almeno in questo momento e per me.

Questo avrei dovuto fare prima di acquistare dispositivi come i tre citati in questo articolo, non l'ho fatto e mi pento di averlo acquistato. Spero che non mi succeda di nuovo. Ma il mazzo...


Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile del trattamento: AB Internet Networks 2008 SL
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.