Come scaricare file con Wget e riavviare i processi se qualcosa va storto

wget

Quasi tutti i browser Web oggi dispongono di uno strumento per scaricare file. Non tutti, dal momento che, ad esempio, ci sono televisori intelligenti il ​​cui browser web serve poco più che visualizzare le pagine nella sua versione mobile, ma non scaricare. I più apprezzati sono quelli basati su Chromium, Firefox e Safari, ma scaricare file di grandi dimensioni con il browser non sempre è l'idea migliore. Esiste un software progettato per questo, ma molte distribuzioni Linux lo hanno già installato per impostazione predefinita. wget.

Mentre leggiamo gnu.org, è un pacchetto software gratuito che Viene utilizzato per ottenere file utilizzando HTTP, HTTPS, FTP e FTPS, che sono i protocolli Internet più utilizzati. Programmi come JDownloader Sono questo e molto altro, ma se quello che vogliamo è semplicemente scaricare file e non dipendere da un browser, Wget potrebbe essere l'opzione migliore.

Download con Wget dal terminale

Potrebbero verificarsi diversi problemi con i browser. Per fare alcuni esempi, il consumo di risorse del programma e il fatto che non tutti sono in grado di recuperare i download falliti. Firefox ti consente di mettere in pausa un download, chiudere il browser, riaprirlo e ripristinare il download, ma quelli basati su Chromium no; Ti consultano prima di chiudere e ti avvisano che il download verrà annullato. Con Wget abbiamo più controllo.

La cosa più semplice di Wget è il modo in cui scarica i file: devi solo inserire wget enlace-de-descarga per avviare il download di un file. E la cosa migliore è che puoi mettere in pausa i download e riavviarli, anche quelli che non sono riusciti per qualche motivo, come il crash del terminale o il riavvio del computer senza rendercene conto.

Sebbene Wget possa fare molto di più, consiglierei di imparare solo tre opzioni oltre al semplice download. Il primo è come fermare i download: con la combinazione di tasti Ctrl+C (ricordate che nel terminale non copia, ma anzi ferma i processi attivi). Il secondo è riavviare i download, devi solo mettere il flag -c prima del collegamento. Ciò che farà sarà verificare se esiste un download corrispondente e riavviarlo.

L'ultima opzione è dirti dove scaricare il file, che è con il flag -P. Per esempio, wget -P /home/Pablinux/Descargas https://cdimage.debian.org/debian-cd/current/amd64/iso-dvd/debian-12.5.0-amd64-DVD-1.iso.

Un esempio pratico

Supponiamo di voler scaricare la ISO BlackArch più grande, che ha una dimensione di circa 22 GB. Certo, possiamo farlo con il browser, ma se la connessione è lenta possiamo sprecare la nostra vita. Un'opzione è provare Firefox, JDownloader o qualsiasi altro software che ti permetta di interrompere i download e recuperarli, ma Wget funziona anche per noi. Se vogliamo scaricarlo in un percorso diverso nella nostra directory personale, utilizzeremo questo comando, supponendo che vogliamo scaricarlo in una cartella ISO che si trova all'interno di Documenti:

wget -P /home/pablinux/Documents/ISOs https://ftp.halifax.rwth-aachen.de/blackarch/iso/blackarch-linux-full-2023.04.01-x86_64.iso

Nota: se la cartella ISO non esiste, la creerà. Ora, se vogliamo interrompere il download per qualsiasi motivo, non dobbiamo fare altro che premere Ctrl+C. Quando vogliamo recuperare il download, quello che dobbiamo fare è riscrivere il comando precedente, ma con il flag -c:

wget -cP /home/pablinux/Documents/ISOs https://ftp.halifax.rwth-aachen.de/blackarch/iso/blackarch-linux-full-2023.04.01-x86_64.iso

Questo comando controllerà se c'è qualcosa che corrisponde (-c) nel percorso indicato (-P) e scaricherà lì BlackArch, unendo i nuovi dati a quelli già esistenti. Si può anche fare senza utilizzare il flag -P, nel qual caso scaricherà il file nella nostra cartella personale.

Perché non utilizzare programmi appositamente progettati per i download

Non sono contrario all'utilizzo di software dell'interfaccia utente progettato specificamente per qualcosa, ma forse lo sono. se non contribuiscono molto. Wget è già aggiunto di default in molte distribuzioni Linux, quindi tutto ciò che dobbiamo fare è imparare un paio di flag e iniziare a usarli. Potrebbe non sembrare molto utile, ma sono sicuro che qualcuno si ricorderà di questo articolo se il tuo normale software si blocca durante il download di un file di grandi dimensioni e non riesci a recuperarlo.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile del trattamento: AB Internet Networks 2008 SL
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.